Il corso in breve

Data di inizio: 15/01/2018

Data di fine: 31/12/2018

Ore formative: 25

N° Crediti ECM: 25

Professioni e discipline: Odontoiatra (tutte le discipline)

Prezzo: 140 € (IVA inclusa)

Acquista il corso

Accedi al corso

Per accedere ai corsi è necessario essere registrati sulla piattaforma ed aver acquistato un codice di attivazione corso.

Effettua il LOGIN

oppure REGISTRATI

La minimum intervention dentistry (MID): la gestione della carie dentaria attraverso soluzioni e approcci efficaci

Razionale e presentazione del corso

Corso FAD 2018 rivolto a Odontoiatri con 25 crediti ECM

Struttura del corso ECM

MODULO 1: Carie dentaria ed interventi altamente conservativi: la Minimum Intervention Dentistry (MID)

MODULO 2: La remineralizzazione dei tessuti duri dei denti. Protocolli operativi per un risultato efficace

MODULO 3: La carie dentaria in età pediatrica: considerazioni per un piano di trattamento sempre efficace

MODULO 4: Carie dentaria e paziente anziano: l’avvento “dell’onda d’argento”

MODULO 5: La preservazione della vitalità dentaria: un obiettivo fondamentale per la moderna odontoiatria conservatrice


La normativa prevede, dal 23 giugno 2014, un massimo di 5 tentativi per il superamento di ogni Quiz. Il mancato superamento di ogni Quiz entro i 5 tentativi utili non le permetterà di acquisire i crediti previsti per il corso.

Prezzo: 140,00 IVA Inclusa
L'offerta comprende abbonamento alla rivista DENTAL CADMOS 2018 + 2 corsi FAD 2018.

Consulta la scheda completa del corso


Obiettivi Formativi corso FAD 25 crediti ECM

Il corso FAD per dentisiti offrirà una panoramica su alcuni dei più comuni problemi che l’odontoiatra deve affrontare nella pratica quotidiana, in particolare quelli connessi alla malattia cariosa nelle diverse età, con l’obiettivo di aggiornare l’odontoiatra sulle più recenti tecniche e prodotti, in particolare quelle caratterizzate da un approccio micro invasivo.

Perchè partecipare al corso ECM

Grazie al progredire di materiali, strumenti e tecniche operative, oggi è possibile eseguire i trattamenti odontoiatrici, che tradizionalmente prevedevano un importante sacrificio di tessuti dentari, con metodiche estremamente conservative, in grado di minimizzare la perdita di tessuto, garantendo allo stesso tempo efficacia e durata dei restauri. Il professionista che desideri esercitare una odontoiatria a livello degli standard di qualità attuali e in grado di rispondere alle esigenze dei pazienti, non potrà che adottare con sempre maggiore frequenza tecniche minimamente invasive e basate su solide prove scientifiche.

Argomenti trattati nella FAD-ECM

MODULO 1: Carie dentaria ed interventi altamente conservativi: la Minimum Intervention Dentistry (MID)

Nel primo modulo del corso FAD ECM verrà presentato l’approccio al piano di trattamento della malattia cariosa suggerito dal Minimum Intervention Advisory Board (MI-AB), un gruppo di studio che ha lo scopo di creare un piano di trattamento che possa essere facilmente integrato nella pratica clinica quotidiana di tutti gli studi odontoiatrici. Saranno illustrati i passaggi fondamentali delle fasi di:

  1. Diagnosi,
  2. Prevenzione attiva delle lesioni cariose,
  3. Trattamento delle lesioni cavitate con la tecnica ideale a seconda delle situazioni cliniche.

MODULO 2: La remineralizzazione dei tessuti duri dei denti. Protocolli operativi per un risultato efficace

Il secondo modulo del corso ECM analizzerà criticamente un gruppo di prodotti descritti come in grado di interagire con le superfici demineralizzate dei tessuti duri dei denti, così da ricostruirle, rigenerarle, ripararle. Si aggiornerà il professionista sulle indicazioni del trattamento remineralizzante, partendo dai fattori che regolano l’equilibrio fra demineralizzazione acida e remineralizzazione, per poi passare ai meccanismi biochimici alla base dei diversi prodotti remineralizzanti, e ai fattori di rischio che potrebbero ridurne l’efficacia.

MODULO 3: La carie dentaria in età pediatrica: considerazioni per un piano di trattamento sempre efficace

Nel terzo modulo della FAD dedicata all'odontoiatra, verrà affrontato il tema del trattamento della malattia cariosa nei pazienti pediatrici. Tutti gli attori coinvolti nella prevenzione (Dentista, Igienista, Ortodontista, genitori, insegnanti) devono parlare un “linguaggio comune” e mettere in pratica strategie idonee alla preservazione dei tessuti sani ancora più che al trattamento di lesioni ormai instauratesi, anche se eseguito in fasi precoci. L’identificazione dei soggetti a rischio rappresenta uno dei passi fondamentali nel paziente pediatrico, poiché può pesantemente influenzare la scelta del materiale, dei periodi di richiamo o anche del momento ideale per intraprendere un trattamento. Un errore in un trattamento può costare la perdita degli elementi dentari, decidui e permanenti, con conseguenti danni al sorriso del paziente.

MODULO 4: Carie dentaria e paziente anziano: l’avvento “dell’onda d’argento”

Il quarto modulo aggiornerà il professionista su come affrontare, con un approccio microinvasivo, i problemi dentari dell’anziano. Se un dente perdura di più nel cavo orale del paziente, andrà incontro a tutte quelle patologie legate al suo utilizzo prolungato, soprattutto abrasioni, erosioni, fratture, carie dentaria. Tuttavia, i tessuti di un dente di un soggetto in età avanzata presentano delle caratteristiche istomorfologiche molto peculiari, e il suo comportamento meccanico è molto diverso da quello di un dente giovane, che è più elastico e riparabile. È necessario che il professionista conosca a fondo tutte le patologie tipiche degli elementi dentari di un soggetto anziano, i limiti ai trattamenti terapeutici, le possibili interferenze delle terapie farmacologiche comunemente utilizzate.

MODULO 5: La preservazione della vitalità dentaria: un obiettivo fondamentale per la moderna odontoiatria conservatrice

Ultimo modulo della FAD con 25 crediti ECM: vitalità dentaria. La vitalità dentaria permette di mantenere un dente più elastico e idratato, un normale sviluppo radicolare (se il momento in cui si è sviluppata la carie cade in fasi precoci di età), la possibilità di ricorrere a terapie conservative anziché protesiche più
invasive, ed una tipologia di rifacimenti periodici che richiedono normalmente meno sacrificio di tessuti sani. La disponibilità di materiali biocompatibili e bioattivi consente di proteggere le zone di polpa esposte, indurre una nuova produzione di dentina e sigillare la parte lesionata. Inoltre, la possibilità di utilizzare materiali da ricostruzione bioattivi, come alcuni biovetri o i cementi vetroionomerici, permette di interagire con la dentina demineralizzata o anche quella francamente rammollita, consentendo all’operatore di evitare una rimozione massiva di tessuto e limitando il rischio di esposizione pulpare. Verranno spiegati i meccanismi biologici che regolano l’utilizzo di alcuni materiali bioattivi e i risultati che si possono ottenere in termini di preservazione della vitalità pulpare.

Docenti

Matteo Basso (Italia) Responsabile Centro di Riabilitazione Orale Mininvasiva ed Estetica (CROME) Università degli Studi di Milano, IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi, Clinica Odontoiatrica

Aylin Baysan (Regno Unito)

Michel Blique (Francia)

Sophie Doméjean (Francia)

Patricia Gaton (Spagna)

Sevil Gurgan (Turchia)

Betul Kargul (Turchia)

Ivana Miletic (Croazia)

Piyush Khandelwal (Belgio)

Falk Schwendicke (Germania)

Elmar Reich (Germania)

Esther Ruiz de Castaneda (Spagna)

Hervé Tassery (Francia)

Sebnem Turkun (Turchia)

Jose Zalba (Spagna)

Giordano Bordini (Italia)

Marianna Cozzolino (Italia)

Joanna K Nowakowska Emily Santarelli (Italia)

Precious Baiocco Andrew Brostek (Australia)

Juan Manuel Goñe Benites (Perù)

Raimond Van Duinen (Olanda)

Responsabile scientifico

Giovanni Lodi
Professore associato presso l’Università degli Studi di Milano

Destinatari

Professioni e discipline: Odontoiatra (tutte le discipline)

Durata del corso

Il tempo necessario per completare il percorso formativo è di 25 ore. Il corso sarà attivo dal 15/01/2018 al 31/12/2018.

Crediti formativi

Il superamento del test finale consentirà di ottenere 25 crediti formativi.

Provider

Il corso è realizzato da Edra S.p.A..
Edra S.p.A. si assume la responsabilità per i contenuti, la qualità e la correttezza etica di questa attività ECM.